I cittadini ci scrivono – riceviamo e pubblichiamo – – Un deposito di materiali di qualunque genere e bombola di gas in bella vista……il tutto nel mese di agosto, in piena libera di .
Ecco come si rispettano le regole in materia di di demaniale e di estetica cittadina!!!!
Altro abuso sono quei paletti messi la mattina e tolti la sera, che impediscono la normale fruizione dell’arenile libero, con il solo scopo di consentire ai proprietari dell’imbarcazioni ormeggiate nello specchio acqueo antistante, di praticare una passeggiata trionfale che parte da quello schifo di appena realizzato, ma già vecchio di 50 anni, passare tra i paletti (il cui spazio e’ ormai proprietà privata su arenile libero!!!!), giungere alla pedana in cemento dove alla fine vi e’ una fontana, anche questa abusiva, per il lavaggio dei piedi.
Di spiaggia libera non ne possiamo parlare piu’, ma di gestione privata abusiva di un bene pubblico “sì” !!.
Visto le condizioni, allora i gestori degli stabilimenti balneari sono stupidi a chiedere autorizzazioni e nulla osta per qualsiasi intervento sull’arenile in concessione, pagare l’occupazione del suolo, la spazzatura e qualsiasi altra tassazione imposta dal , tanto sulla spiaggia di san Pietro tutto e’ consentito in maniera abusiva !!!!! Mentre le regole le rispettano solo gli stupidi !!!!!
Ma nessuno controlla??? Chi sono i responsabili di tali ???? Le ci sono???? Mistero!!!! Eppure le dell’ordine ne fanno di controlli sulla spiaggia, ma stranamente di tutto cio’ nessuno vede niente, anzi sequestrano stabilimenti balneari tenuti egregiamente ma per semplici cavilli burocratici vengono sanzionati !!!!!
Ecco come facciamo di qualità !!!! Facciamo trovare su una nostra spiaggia un deposito a cielo aperto pericoloso e fatiscente, delimitazioni dell’ arenile pubblico, uno schifo di pontile realizzato senza alcun rispetto del contesto in cui si trova, deturpa il paesaggio e ostruisce la normale fruibilità del litorale!!!!
Ottimo biglietto di visita…