Giovanni Tufano cittadino del di Ischia scrive: “Il aragonese si presenta in più punti pericoloso Caro Sindaco, la stagione estiva è alle porte ed anziché litigare fra di voi,su come dividervi il monopolio del territorio,dovreste pensare di più a come gestire il nostro patrimonio ormai in completo di abbandono.Il pontile aragonese che conduce al meta di tanti turisti necessità di urgente .
Per fare turismo ci vogliono le capacità ed un’ attenta alla cura del territorio.Dalle foto si evince in che stato è il pontile aragonese al suo ingresso e parte terminale.Nelle foto nn 3 e 6,vi è un palo senza lampione,lampione che segnalai e feci togliere due anni fa per lo stato di pericolo che rappresentava,in quanto si era staccato dalla sua sede e penzolava appeso solo ai fili di alimentazione.
Son due anni ed il lampione non è stato ancora riposizionato.
Caro Sindaco, ha mai verificato se i lampioni esistenti lungo il pontile sono oggetto.di manutenzione.
Capisco che nel nostro comune un alla collettività debba costare sempre il triplo per la vostra incapacità politica ed organizzativa.
Caro Sindaco, gira per il non in macchina ma a piedi e cerca di andare oltre la ,cammina a testa alta così avrai l’occasione di verificare di persone cosa non va,non debbono essere sempre i cittadini a segnalare i pericoli presenti nel nostro territorio,se questo andazzo continua vuol dire che Lei ed i suoi collaboratori non siete all’altezza di governare il comune di Ischia.
P.S.Io continuerò a segnalare i pericoli presenti nel comune di Ischia per salvaguardare l’incolumità dei cittadini cosa che non dovrei fare io da cittadino”.