Libere considerazioni – - Il consiglio comunale di questa sera è stomachevole. ha annunciato pezzotte, che ritirerà entro venti giorni. Ha fatto dichiarazioni gravissime su un quotidiano parlando egli stesso di “pizzo”. Se veramente ha ricevuto pressioni, invece di fare sceneggiate in consiglio, doveva rivolgersi alle autorità e doveva dirci i nomi di chi gli ha chiesto il “pizzo”. E poi per giustificarsi ha parlato di “ amico” e di “stampa poco seria”. Qui  di poco seri, sotto il politico ci sono   e l’opposizione farlocca. sta disamministrando un paese dal ’94, in pratica, è consigliere da una vita ed è stato con Giosi Ferrandino.  Gli altri della minoranza, che non fanno opposizione, si sono resi complici votando un discutibile e approvando addirittura il regolamento sulla privacy. Invece di leccarsi i baffi, Gianluca, che ha parlato di “convergenza di programmi”, avrebbe dovuto parlare dei seri problemi del privo di collaudo. Non una parola sulla della struttura. Queste sono cose che i consiglieri di minoranza sanno bene ma hanno preferito tacere per partecipare alla spartizione del potere. L’intervento di De Siano è stato di apertura. Non ci sono parole.  Nemmeno lui ha detto una parola sulle gravi problematiche del paese e del polifunzionale. Ormai è chiaro che la minoranza vuole spartirsi il potere e con Gianluca, “Ischia cambia” solo in peggio. I 4 consiglieri dovevano andare in consiglio. Hanno sbagliato. Perché? Presentandosi avrebbero messo ancor più in luce lo squallore della minoranza, che così avrebbe mostrato fino a che punto era in vendita sotto il profilo politico.