Spese pazze. Con N. 66 del 26/06/2018 vediamo  la “QUANTIFICAZIONE SOMME NON SOGGETTE AD ESECUZIONE FORZATA (ART.159 T.U. 267/2000 secondo SEMESTRE 2018” cioè le somme che non possono essere pignorate pari a €6.897.000,00 . Sì, avete capito bene  quasi 7 di euro…Ma come? Per il gelatone le dell’ente godono di ottima salute… Ah ah ah. Pensate che per il contenzioso, per soli 6 mesi da luglio a , possono spendere fino 150 mila euro….Senza contare poi che nella delibera vi sono somme impignorabili dalle quali emerge chiaramente quanto è sprecona quest’. Infatti, vi sono numerose spese, a nostro avviso, veramente folli… Per le Telecom, Enel e EVI:– da luglio a 2018:  € 330.000,00. Cos’e pazz…. Ecco l’elenco delle somme impignorabili, che, per il momento, non vanno ai creditori perché verranno usate per spese “eccessive” per dipendenti, servizi molto cari ecc… Liberamente tratto dalla delibera n. 66

Verificato che per il 2· Semestre 2018 le spese sono quantificate come risulta nell’allegato

prospetto e che il riferimento contabile è quello del bilancio pluriennale 2018/2020 annualità 2018

approvato con delibera di n. 14 del 27/04/2018;

Ritenuto che i servizi, i beni del predetto prospetto sono stati individuati come indispensabili

ai sensi delle seguenti disposizioni

a) retribuzioni al personale dipendente comprensivo degli oneri a carico dell’: dal 01/07/2018 al 31/12/2018 € 2.100000,00

b) Rate mutui – scadenza 23 e 31/12/2018, euro 1.060.0000,00 Espletamento dei servizi locali indispensabili:

c) Telecom, Enel e EVI: – da luglio a dicembre 2018, € 330.000,00

d) Spese postali, – da gennaio a giugno 2017 € 12.000,00

e) Spese Economali – da gennaio a giugno 2018, € 40.000,00

f) Spese di ,assicurazioni etc. per il parco automezzi dell’Ente – da luglio a dicembre 2018 € 5.000,00

g) Spese di impianti e patrimonio : – da luglio a dicembre 2018, € 300.000,00

h) Canone servizio N.U. – da luglio a dicembre 2018, € 2.300.000,00

i) Spese necessarie per il funzionamento degli Uffici e servizi indispensabili per l’Ente- da luglio a dicembre 2018, € 250.000,00

I) Spese per la tutela delle ragioni dell’Ente -da luglio a dicembre 2018, € 150.000,00

m) Spesa sociale, – da luglio a dicembre 2018, € 350.000,00

per un importo complessivo di € 6.897.000,00