libere considerazioni –ISCHIA –I sindaci “condonisti”. Così sono stati apostrofati dal del Fatto Quotidiano il d’Ischia, Vincenzo , e quello di Forio, Francesco Del Deo che appoggiano Minniti, quale candidato segretario del PD. Nell’ intervista questi due signori si affannano a difendere il condono. Ma lo sanno che il che appoggiano sta facendo una demagogica e strumentale sul cosiddetto condono ad Ischia, sputtanando la nostra su tutti i media da giorni? Se questi signori veramente avessero a cuore le sorti dell’ e dei poveri cristi, che sono stati costretti a costruirsi una casa fuori legge, non avrebbero mai dovuto appoggiare un come il PD. Invece cosa hanno fatto? Promuovono la candidatura di Minniti alla segreteria del , candidatura fortemente voluta da Renzi, che sta facendo un casino sul condono di Ischia. Cosa farà il loro candidato Minniti sconfesserà Renzi ed affronterà il problema del condono ad Ischia o, invece, si atterrà alla linea di Renzi e, quindi, niente condono ad Ischia? In modo particolare, Enzone, prima di appoggiare Minniti, gli ha chiesto quali sono le sue intenzioni sul condono a Ischia? IL, PD che appoggiano questi due signori, è contro i condoni, ma soprattutto contro l’isola d’Ischia. Basta ascoltare i pidinni nelle numerosissime trasmissioni televisive e nelle interviste giornalistiche.  Il PD con i suoi amministratori ha fatto proliferare l’ in tutta Italia ed oggi vuole addossare ai 5 stelle la responsabilità per il solo fatto che questi hanno cercato di risolvere il problema alla povera gente colpita dal terremoto. Forse se uno come Enzone avesse risolto il problema ad alberghi costruiti in zone pericolosissime, beneficiari anche di notevoli contributi pubblici, non si sarebbero sbattuti tanto contro come hanno fatto per il condono della povera gente. Enzo è attivo nel Pd ( vedi candidatura Minniti e vedi pure candidatura di Enzone alla camera di qualche anno fa) un partito che è contro il condono ad Ischia, è contro gli ischitani e vuole le demolizioni a tutti i costi.  E’ il caso di dirlo ad alta voce agli ischitani. Come è anche il caso di ricordare che Enzone ha dichiarato al Fatto quotidiano “Le tasse sono troppo alte. Le aziende sono in difficoltà. Nel bilancio del mio ci sono circa 30milioni di tributi non versati. E’ un bel pregresso, ma io che ci posso fare?”.

 

Certo che questo signore ha una gran faccia tosta. è uno che ha fatto il consigliere per oltre un quarto di secolo. E ha votato tutti i bilanci di Giosi dove si salassavano i cittadini e diceva  a Bernardo che non era vero che si aumentavano le tasse nel comune di Ischia… Oggi, dopo che ha massacrato i cittadini con le tasse, crede di crearsi una verginità. Ma chi le aumentate queste tasse se non lui?