Comunicato StampaMiccio ( Marina Protetta) : “Presenteremo la prima Mappatura dei Fondali Marini di . Alla illustreremo il progetto : “In rete” in cui i Pescatori  saranno “spazzini” per il recupero della plastica. Intanto nuove e belle immagini dei sub impegnati a pulire la Posidonia”.

 

Rinviato il Briefing Stampa in programma per domani. A breve la nuova data, previsioni meteorologiche buone permettendo.

 

“A causa delle previsioni meteorologiche avverse siamo costretti a rimandare il Briefing Stampa di domani a chiusura delle operazioni di Clean Blitz”. Lo ha annunciato poco fa Antonino Miccio, dell’Area Marina Protetta  “Regno di Nettuno” di Ischia.  Al più presto la stampa conoscerà la data del Briefing Stampa.

 

Nasce il progetto “In rete” in cui i Pescatori saranno “spazzini” per il recupero della plastica in .

“In quella illustreremo alla stampa due novità molto importanti – ha comunicato Miccio – perché abbiamo pronta la Mappa Bionomica dei Fondali Marini di Ischia. Per la prima volta abbiamo la mappatura di tutte le caratteristiche dei fondali marini di questa splendida . Tale mappatura prima non c’era. Nasce poi il progetto “In rete” nel quale i pescatori saranno “spazzini” per il recupero della plastica in mare.

E durante il Briefing Stampa che non dovrebbe cambiare nelle sue modalità di svolgimento, presenteremo anche questo progetto importante che vedrà il diretto coinvolgimento dei Pescatori nell’ambito delle attività di recupero della plastica.  I pescatori saranno le sentinelle della .  Sempre in briefing stampa illustreremo tutto il materiale informativo che stiamo preparando e che divulgheremo in tutti i Comuni di Ischia. Il materiale informativo non solo conterrà i risultati ottenuti con l’operazione Ischia Clean Blitz ma comunicherà anche quali sono i buoni comportamenti per tutelare la ”.

 

Un grande .

“Siamo riusciti ad ottenere, in queste settimane anche un’importante bacheca di video e foto sui fondali marini di Ischia – ha concluso Miccio – tantissime ore di videoriprese ma anche molte foto. Spicca il video del sub che riesce con il suo operato a salvare un cavalluccio marino da un cerchietto di plastica oppure anche il sub che minuziosamente controlla la posidonia e riesce a pulirla dove necessario. L’operazione di pulizia dei fondali denominata “Ischia Clean Blitz”  non ha evidenziato la presenza, sui fondali marini di Ischia, di materiale inquinante come batterie o ingombranti anche se abbiamo trovato molta plastica.  E’ necessario tenere pulito il mare nell’ottica della riduzione delle micro plastiche e degli inquinanti”.

Ci sarà un’ultima giornata nella quale terremo un briefing aperto alla stampa ed illustreremo i dati definitivi con l’ausilio anche delle immagini effettuate dai sub.

Al più presto comunicheremo la nuova data.