Libere considerazioni – – All’albo pretorio sono state pubblicate le delibere dell’ultimo (n.25 e n. 26 -registrate all’albo pretorio il 25-AGOSTO 2017) di approvazione dei fuori per sentenze che hanno visto la del comune al pagamento di ingenti somme.
Come al solito, il comune di Ischia per gli è una vera cuccagna, sia per quelli che stanno contro, sia per quelli nominati e portatori di voti.
Il dato evidente è che su una somma complessiva di 74.150,75 euro ben 32.228,29 euro sono di spese legali pagate ai legali avversari. Se consideriamo, poi, il compenso da dare ai legali del comune ci si rende conto che solo una pazzesca potrebbe generare con spese legali pari a quelle dovute ai cittadini. Tanto da Via Iasolino pensano:”Noi dobbiamo prendere i voti”.
Di conseguenza, che importa che a pagare siano i cittadini con l’IMU, la tassa di soggiorno, la tassa della spazzatura, l’addizionale Irpef. E chi più ne ha più ne metta.
Abbiamo anche spulciato le sentenze e c’è un caso emblematico il Comune propone appello contro la sentenza del Tribunale ed in secondo grado la Corte di Appello aggrava la condanna per il Comune. Ma perchè il costo devono pagarlo i cittadini e non quel funzionario che ha proposto l’appello? Funzionario che è ben pagato con i dei cittadini.
Allarmante è poi quello che il comune paga con le transazioni. Leggiamo:
1) 780.000,00 euro alla Flaminia Garden e chi è e per quale motivo vengono dati questi soldi?
2) 736.751,56 euro al Fallimento Mafra per i lavori al Polifunzionale . Ma quella del polifunzionale non è quella opera non ancora collaudata e dove c’è un accordo bonario illegittimo. Perchè devono pagare i cittadini e non i funzionari che hanno gestito così malamente quella opera pubblica.
3) Consorzio Asmez 70.776,10 euro. Perchè sono dovuti questi soldi cosa ha a che fare il Comune di Ischia con questo consorzio?
Ed ancora: Barrile Andrea 2.000.00 euro. Cosa è successo? Ma i Barrile non sono parenti a Giosi ???
In tutto questo bailamme l’ farlocca tace ed in men che non si dica la maggioranza approva tutto. Ci troviamo in mano ad incapaci a contestare, o peggio, a persone che già stanno pensando al salto della quaglia. Altro che Ischia cambia!