COMUNICATO

 

 

Camerlenghi :“Sentiamo forte la responsabilità di contribuire alla crescita del Patrimonio Ambientale e naturalistico di questa meravigliosa quale è la Basilicata”.

 

Petrone :“Traguardo importante per la Basilicata che ha già recepito l’adeguamento alla normativa nazionale 4/2013 sulle libere professioni tra le quali rientra quella della Guida Ambientale Escursionistica modificando la legge ormai superata. Garantiremo l’incremento del turismo sostenibile ed il rispetto per i luoghi e per il loro patrimonio”.

 

Pietrantuono (Ass. Basilicata):“Sarà possibile, anche da parte degli enti Parco e dei gestori delle aree protette, avvalersi della guida ambientale escursionistica, figura che è il vero e proprio front-office per la promozione dei territori. La Giunta ha approvato il Protocollo con AIGAE”.

 

Nell’anno di Matera Capitale Europea della Cultura

 

“Grazie al Protocollo approvato dalla Giunta Regionale della Basilicata, ora anche tutti i Parchi e le Aree Protette di questa meravigliosa regione potranno avvalersi della nostra figura professionale di Guida Ambientale Escursionistica. E’ un risultato davvero importante”. Lo ha dichiarato oggi, Filippo Camerlenghi, Nazionale dell’ Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE.

“Sentiamo forte la responsabilità di contribuire alla crescita del Patrimonio Ambientale e naturalistico di questa meravigliosa regione quale è la Basilicata – ha continuato Camerlenghi –  e non solo perché rappresentiamo la principale Associazione, riconosciuta dal MISE. E’ vero boom di Guide Ambientali Escursionistiche. La domanda è in crescita. Noi, Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE abbiamo sfondato il tetto dei 3 milioni di turisti l’anno, in Italia. Cresce tutto il settore turistico italiano ed i dati ultimi parlano di ben 420 milioni di presenze ma sta trainando questa crescita in particolare il Turismo Ambientale. Siamo orgogliosi di poter contribuire allo sviluppo turistico sostenibile di una regione molto bella e piena di valori ambientali e culturali che meritano una grande attenzione da parte di tutti gli amanti della vita all’. Voglio anche ringraziare il presidente del Parco nazionale dell’Appennino lucano e coordinatore di Federparchi Basilicata, Domenico Totaro, per l’efficace lavoro svolto. Questo protocollo è uno nuovo atto di quella strategia di attenzione reciproca tra chi tutela ed amministra i territori di qualità e chi si occupa di farli amare, apprezzare, conoscere”.

 

“La giunta regionale della Basilicata ha approvato il protocollo d’intesa tra la Regione Basilicata e l’Associazione Italiana di guide ambientali escursionistiche (Aigae). Grazie a tale protocollo  sarà possibile, anche da parte degli enti Parco e dei gestori delle aree protette, avvalersi della guida ambientale escursionistica – ha Francesco Pietrantuono, regionale ad ed Energia della Basilicata – figura che è il vero e proprio front-office per la promozione dei territori, ma che ha bisogno di esperienza, formazione, aggiornamento, conoscenza e passione, per esprimere al meglio la professionalità richiesta. La Regione Basilicata ha recentemente integrato la propria legislazione in materia, proprio per ricomprendere le guide ambientali escursionistiche tra le professioni del turismo sostenibile. Con l’accordo le parti si impegnano a favorire la conoscenza e lo sviluppo del patrimonio ambientale, naturalistico, paesaggistico, storico, culturale ed enogastronomico del territorio regionale ed in particolare dei due Parchi nazionali, dei tre Parchi regionali, dei siti di Rete Natura 2000 che comprendono 57 Zone di conservazione speciale (Zsc)”.

 

L’annuncio nell’anno di Matera Capitale Europea della Cultura.

 

Soddisfazione anche dal Coordinamento Regionale Aigae della Basilicata.

“Grazie al grande lavoro di Nino Martino e di Domenico Totaro, la Basilicata ha ottenuto un altro importante risultato: la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con la nostra Associazione. Credo che questo sia un traguardo importante per la nostra Regione – ha concluso Giovanna Petrone, Coordinatrice delle Guide Aigae della Basilicata e Nazionale di AIGAE –  che ha già recepito l’adeguamento alla normativa nazionale 4/2013 sulle libere professioni tra le quali rientra quella della GAE modificando la legge regionale ormai superata . Un motivo in più per noi guide ambientali per dare il nostro contributo di valorizzazione e promozione del nostro territorio. Siamo disposti a mettere al sevizio della nostra Regione la nostra professionalità garantendo l’incremento del turismo sostenibile ed il rispetto per i luoghi e per il loro patrimonio”.

Ora Corsi per diventare Guide si stanno svolgendo in molte regioni italiane e tanti altri ancora partiranno in altre regioni importanti come , il 10 Gennaio e Puglia.

 

Perché l’Italia è il Paese della Bellezza. Ben 7500 km di coste, terzo al mondo per Geoparchi, secondo per biodiversità. Ben 24 Parchi Nazionali.

“L’Italia è il Paese della bellezza diffusa. Andiamo in ogni luogo d’Italia dove ci siano parchi e riserve, comuni e altre amministrazioni che ci accolgano per sviluppare il turismo sostenibile – ha affermato Nino Martino, Direttore Tecnico dell’Aigae –  e le attività professionale Outdoor. Oggi ci sono molte realtà professionali in movimento per rafforzare la capacità italiana di fare turismo di esperienza. Le guide ambientali Escursionistiche sono il cuore di un turismo lento, dolce, tra uomo natura e cultura”.