libere considerazioni – – Tassisti in rivolta. Enzone riduce alla fame la categoria e risponde picche alle loro richieste. Questa mattina, presso il , vi è un’assemblea spontanea, una sorta di protesta dei tassisti perché l’ ha deciso di imporre la tariffa di 10 euro. Parlando con alcuni esponenti della categoria ci viene spiegato che è stata ridotta la tariffa dopo 17 anni, senza tener conto che le spese di assicurazione, di e di gasolio sono state aumentate. La categoria è esasperata e questa mattina per disperazione non sta svolgendo il servizio per tutti, che, però, viene sempre garantito a disabili e anziani. In pratica, ci vene spiegato che sono state eliminate tutte le forme di guadagno come le tariffe bagaglio di un euro e un euro 50, la tariffa per gli animali ecc.. Fino a 8 persone devono sempre svolgere il servizio per soli 10 euro. I 60 giorni sperimentali sono stati un disastro perché Enzo non ha fatto nulla contro né contro i servizi abusivi, né contro il servizio di noleggio con conducente N.C.C. (un sistema di pubblico non di linea) provenienti anche dai comuni dell’hinterland napoletano. Inoltre, Enzone ha fatto chiudere con ordinanza via Iasolino tutte le domeniche fino a settembre dalle 20 a mezzanotte, perché c’è “Ischia in festa” fregandosene del traghetto di mezzanotte e dei vari aliscafi che arrivano dopo le 21.00. In pratica, il ha penalizzato tassisti e turisti che non possono più raggiungere con i bagagli gli alberghi del centro di Ischia. Inoltre c’è sempre la piaga delle navette gratuite (vedi Zizì)che sia a Fondobosso che da invece di trasportare residenti trasportano gratuitamente turisti. Pesa anche la chiusura di , dove i tassisti la sera non possono più accompagnare turisti né in pensioni né in ristoranti. In più c’è anche il disastro a degli Eroi, dove grazie ai pubblici, tanto cari ad enzone, sono stati estromessi i tassisti ed è stata eliminata l’unica colonnina telefonica per parcheggi TAXI. Insomma, Enzone, invece di prendere provvedimenti e aiutare la categoria, risponde picche. Tanto lui percepisce come sindaco oltre 3 mila euro al mese e nessuno gli impone la tariffa dei gelati. Sarebbe bello che venissero regalati gratis, soprattutto al corso…. Forse, così potrebbe capire i danni creati da Zizì.