Libere considerazioni – ISCHIA – Cos’ e pazz!Ma il Sindaco Enzo Ferrandino crede che i cittadini di Ischia sono come i consiglieri di o, peggio ancora, come quelli di minoranza, capitanati dal trombato ed inutile politicamente ?

Dopo aver realizzato il parcheggio più brutto che esista in una località , caratterizzato solo da asfalto e senza nessun richiamo alle caratteristiche del territorio di Ischia, cerca di addossare la colpa alla , che, a suo dire, ha vietato la realizzazione delle pensiline e di qualsiasi cosa sopra il livello della strada. Avete capito bene la bruttura inaudita del parcheggio realizzato è colpa della . Ma sapete cosa ha fatto il comune, con Enzo Ferrandino sindaco, a seguito del parere della del 29/11/2016? In data 09/12/2016 ha conferito la cittadinanza onoraria al funzionario che ha firmato il parere, l’arch. Aldo Imer..Ma come? Le colpe delle bruttura del parcheggio sono della e cosa fa il vice sindaco Ferrandino? Propone e fa deliberare al , niente po’ po’ di meno, che la cittadinanza onoraria al funzionario che ha firmato il parere.  E poi Sindaco, perchè nel mese di giugno del 2017, dopo che già vi era il parere della Soprintendenza, è affisso un progetto che prevedeva le coperture delle auto oggi scomparse? Ed ancora: la Soprintendenza ha vietato anche le piantumazioni? Il parcheggio è solo una spianata di asfalto. Ricordiamoci tutti che, quando il Sindaco Vincenzo Telese, pioniere del ad Ischia, realizzò il vecchio parcheggio Jolly, fece piantumare decine e decine di piante di agrumi sempre ammirate dai numerosi ospiti. Oggi cosa ammireranno i turisti? Una colata di asfalto che renderà impraticabile il parcheggio in estate, e forse penseranno che nell’isola verde agli alberi sostituiamo le tendostrutture di Giacometti, che ha presumibilmente profumati guadagni dalla pubblicità. A proposito, ma sono state invitate le altre ditte che fanno pubblicità sull’isola? Forse qualcuno era disponibile non solo a realizzare gratuitamente la struttura ma anche a pagare qualcosa al comune per i possibili profumati introiti che si ricavano con la pubblicità (il 2 docet). Ed in questa situazione cosa fa Gianluca? Niente. O forse, sotto il politico, non ha compreso niente.